Le frappe

gennaio 23, 2020



«Il Carnevale di Roma non è una festa che si offre al popolo, bensì una festa che il popolo offre a se stesso... a differenza delle feste religiose di Roma, il Carnevale non abbaglia lo sguardo: non ci sono fuochi d'artificio, né illuminazioni, né brillanti processioni. Tutto ciò che accade è che, ad un dato segnale, tutti hanno il permesso di essere pazzi e folli come gli piace, e quasi tutto, tranne i pugni e le pugnalate, è lecito»
(Johan Wolfgang von Goethe - Viaggio in Italia 1788)


<><><><><><><>

250 gr. Farina
100 gr. Zucchero
Un cucchiaio olio evo
2 uova
50 gr burro
Buccia di un limone bio
Vino bianco
Sale
Strutto (o olio evo) per friggere
Zucchero a velo


Impastare fino ad ottenere una pasta elastica: farina, zucchero, uova, burro, un cucchiaio di olio, la buccia di limone, una spruzzata di vino, un pizzico di sale. Lasciate riposare l’impasto, coperto da un canovaccio, per un’ora. Stendetelo con il matterello in sfoglia di circa un mm. Tagliate strisce di circa 10 cm e friggetele in strutto (o olio) bollente poche alla volta, fino a che avranno raggiunto un colore dorato. Scolatele su carta assorbente e spolveratele con zucchero a velo.

You Might Also Like

0 commenti

POST POPOLARI