La tomba della madre di Lucrezia Borgia

febbraio 05, 2020


Sul muro dell’atrio della chiesa di San Marco, a due passi da piazza Venezia, proprio accanto al Pozzo di San Marco, è affissa la lapide tombale piuttosto mal ridotta di Vannozza dei Cattanei, una delle prostitute più conosciute dell’alta borghesia di Roma. Ebbe quattro figli: Lucrezia, Cesare, Gioffrè e Giovanni, riconosciuti dal cardinale Rodrigo Borgia, divenuto in seguito papa col nome di Alessandro VI. La lapide fu rinvenuta per caso durante un restauro sulla pavimentazione della chiesa, capovolta e in condizioni pessime. L’iscrizione menziona le doti di pietà, carità e saggezza della donna, mentre tralascia completamente, per ovvi motivi, le altre doti molto più apprezzate da nobili e papi. Forse a causa della condotta poco pulita, la donna non trovò pace, neppure da defunta. Durante il sacco di Roma del 1527 la lapide, che si trovava in Santa Maria del Popolo, fu rimossa dalla tomba, in quell'occasione saccheggiata e distrutta. I resti di Vannozza andarono perduti per sempre, mentre la pietra tombale tornò alla luce, fortuitamente, nella chiesa di San Marco, anni più tardi.

(Claudio Colajacomo - Il giro di Roma in 501 luoghi)

You Might Also Like

0 commenti

POST POPOLARI